Museo dell'arte fabbrile e delle coltellerie di Maniago

Animali Passeggini Sedia a ruote Difficoltà motorie Disabilità visive Disabilità uditive

Accessibilità

I contenuti non sono multilingua e non sono presenti audioguide. E' prevista l'esplorazione tattile degli oggetti esposti. Sono presenti video con testimonianze. Non sono presenti servizi per neonati. Il museo organizza laboratori.

Il Museo dell’Arte Fabbrile e delle Coltellerie ha sede nell’edificio che fu la sede del primo stabilimento industriale per la produzione di lame a Maniago, aperto dal tedesco Albert Marx nel 1907. Fino ad allora il tessuto produttivo era costituito da realtà di piccole dimensioni, a conduzione familiare e carattere artigianale. Qui avvennero tutti i cambiamenti messi in moto dalla rivoluzione industriale, dall’utilizzo delle macchine e dell’energia elettrica alla disciplina di fabbrica, dall’impiego della manodopera femminile alla produzione in serie. Il Coricama (Coltellerie Riunite di Caslino e Maniago) o Stabilimento, così come venne sempre chiamato dai maniaghesi, chiuse i battenti nel 1972. All’inizio degli anni 2000 l’edificio venne acquistato dal Comune e, per il suo valore simbolico, fu destinato ad ospitare il Museo.

Il Museo è il luogo in cui ripercorrere i 600 anni di storia “tagliente” della Città delle Coltellerie e scoprire il presente di un settore artigianale ancora di grande importanza a livello internazionale. Un percorso espositivo innovativo ed accattivante lungo il quale tecnologia, storia, scienza, memoria e abitudini di vita quotidiana si intrecciano finendo per catturare l’interesse di appassionati e profani del tema.

Con il sostegno di:
Io sono Friuli Venezia Giulia Credit Agricole Fondazione Friuli Rotary International
IO CI VADO APS - C.F. 94144010306
Privacy policy